La sicurezza è fondamentale nel ciclismo su strada. In precedenti occasioni ti abbiamo dato alcuni consigli su come mantenerti al sicuro sulla strada, come usare luci e vestiti con dettagli riflettenti, oltre a stare sempre attento a ciò che accade intorno a te, agendo con cautela come se altri veicoli o i pedoni non potevano vederti.

La nostra sicurezza dipende spesso dalle nostre capacità. Grazie ai seguenti tre esercizi tecnici potrai migliorarla, acquistando confidenza, e quindi sicurezza, sulla bici da strada. Cerca una strada tranquilla o poco trafficata su cui esercitarti, soprattutto se sei un principiante. Ecco le tre competenze tecniche su cui lavoreremo:
  1. Frenare forte senza cadere e sbandare
  2. In curva in discesa
  3. Cavalcare fuori sella

FRENARE FORTE SENZA CADERE E SVILUPPARE

In caso di emergenza (l'apertura della portiera di una macchina, un passaggio pedonale, un altro ciclista che frena davanti a noi), e senza altra opzione, dobbiamo frenare forte utilizzando entrambi i freni, in particolare il front one, che è dove abbiamo più potenza di frenata.Ma attenzione, se freni troppo forte puoi volare sopra il manubrio e/o far slittare la ruota posteriore.

Come evitare di cadere?Sposta il peso all'indietro, posizionando i glutei dietro la sella. Più forte freni, più indietro dovresti spostarti.

Come prevenire lo slittamento della ruota posteriore?Ci sono due opzioni:

  1. Solleva i pedali automatici, facendo rimbalzare la ruota posteriore sulla strada.
  2. Rilasciare leggermente la leva del freno e premerla nuovamente per evitare che la ruota posteriore si blocchi.

La bici deve essere il più dritta possibile per entrambe le tecniche e non deve esserci polvere, sabbia, sassi o qualsiasi altro elemento che possa farci sbandare. Tutto cambia quando piove. Ecco maggiori informazioni su come guidare in condizioni di bagnato.


 

IN CURVA IN DISCESA

Non stiamo cercando di essere Nibali sulla strada per vincere il Giro di Lombardia 2015, ma sapere come posizionare il nostro corpo per distribuire correttamente il peso è fondamentale per la sicurezza in curva. Nella discesa dell'italiano possiamo vedere sia le tecniche del punto precedente che quella di questo punto.


Tuttavia, non dimentichiamolo non siamo in una gara. Ci sono altri veicoli sulla strada, dobbiamo rimanere nella nostra corsia e non ci è permesso entrare nella corsia opposta in curva a meno che non sia assolutamente necessario per evitare un incidente o una caduta.

Iniziamo con la posizione del corpo. La gamba interna dovrebbe essere in alto, con il pedale a ore 12, e la gamba esterna dovrebbe essere in basso, con il pedale a ore 6. Se apri il ginocchio all'interno della curva, sposti il tuo peso verso l'interno e crei resistenza al vento, che ti aiuta a curvare o a correggere la traiettoria in curva.

Più basso è il tuo baricentro, meglio sarai in grado di gestire la bici. Pertanto, nelle discese è consigliabile pedalare con le mani sui drop (con un dito che tocca sempre la leva del freno) e piegare il busto verso il basso. In questo modo distribuisci anche il peso del tuo corpo tra entrambe le ruote, il che ti dà più presa e stabilità.

Anticipa le curve frenando in anticipo. È possibile utilizzare le due tecniche dal primo punto, se necessario. Continua a guardare avanti per vedere come appare la curva. Posiziona il tuo corpo, allenta leggermente i freni per allinearti mentre guardi avanti per eventuali ostacoli sulla strada o cambiamenti nella curva per regolare la tua posizione sulla bici.

Fai attenzione quando inizi a pedalare fuori dalla curva se la bici è ancora inclinata. Abbassando la gamba interna, è probabile che tocchi la strada con il pedale, la tua ruota posteriore salterà e perderà il contatto con il suolo ed è probabile che tu cada come ha fatto Pavel Sivakov sulla Dauphine nel 2020.

In alternativa, se applichi forza con la bici ancora inclinata, la ruota potrebbe non avere una presa sufficiente e finirai per sbandare come Richie Porte nel 2015.

Questa tecnica va praticata sulle discese che conoscete, preferibilmente su buon asfalto e poco traffico. L'obiettivo è diventare meno rigidi, sciogliersi e prendere confidenza, un aspetto fondamentale nelle discese; si acquisisce nel tempo e si perde in un lampo.

 

USCIRE DALLA SELLA

Sei appena uscito dalla curva e hai bisogno di un po' di potenza in più per accelerare. Il modo migliore per farlo è alzarsi dalla sella per esercitare più forza sui pedali. Farlo correttamente è fondamentale non solo per riguadagnare slancio in discesa o sprint, ma soprattutto per motivi di sicurezza e comfort.

Iniziamo con tre consigli:

  1. Prima di scendere dalla sella, appoggia le mani sul manubrio e tienilo saldamente. Su un manubrio da strada, impugna i cofani o le gocce. Su un manubrio piatto, le tue mani dovrebbero tenere le impugnature del manubrio. Non scendere di sella se non hai una buona presa e fai attenzione se piove o fa freddo, altrimenti finirai come Geraint Thomas al Tour de Romandie



  2. Non è consigliabile afferrare il manubrio nel mezzo. Perdi stabilità e controllo per bilanciare o muovere la bici.

  3. Prima di scendere dalla sella, passa a una marcia più alta per una maggiore resistenza quando eserciti forza sui pedali. Se la tua cadenza è troppo alta, stai usando la marcia sbagliata e non stai applicando forza, puoi perdere l'equilibrio e avere un incidente o, per lo meno, una spiacevole sorpresa. Se vuoi saperne di più su come utilizzare gli ingranaggi della bici, troverai maggiori informazioni in questo post.

Presa salda sul manubrio e cambio alla marcia giusta: controlla! Ora, come si scende di sella? Quando hai la tua gamba principale (gamba destra se sei destrorso, gamba sinistra se sei mancino) tra le 12 e l'1 sul cronometro della pedalata, alzati leggermente dalla sella in avanti e usa la gamba come supporto (insieme alle mani) per alzarsi sui pedali. Usa le braccia per bilanciare la bici mentre continui a pedalare.

All'inizio sarà difficile ballare ritmicamente con il tuo partner a due ruote. La sincronizzazione richiede tempo e pratica, ma alla fine sarai in grado di farlo automaticamente. Troverai il tuo stile. Ci sono ciclisti a cui piace esercitare molta forza, a cadenza bassa, e ci sono corridori come Alberto Contador, famoso per il modo in cui ballano sulla bici:

Cambiando la posizione del corpo, puoi rilassa i muscoli e riposa i glutei, il che rende la corsa più confortevole. A volte ottieni più controllo e sicurezza, ad esempio per frenare forte e smorzare i dossi o evitare buche saltando i conigli. Infine, quando vai in salita o fai sprint puoi usare tutta la forza delle tue gambe.